• LEGALS

BANCA POPOLARE DI VICENZA: ECCO LA SENTENZA DELLA CORTE D'APPELLO

Aggiornamento: 21 ott

Nel dicembre del 2017 aveva inizio a Vicenza il processo penale che vedeva come imputati Gianni Zonin, Samuele Sorato, Emanuele Giustini, Paolo Marin, Massimiliano Pellegrini, Adrea Piazzetta, Giuseppe Zigliotto e la stessa Banca Popolare di Vicenza in liquidazione per i reati di aggiotaggio, falso in prospetto e ostacolo alle funzioni di vigilanza.

Stralciata la posizione di Sorato a causa dei gravi impedimento dello stesso, sono sorti due procedimenti: uno per Samuele Sorato ed uno per tutti gli altri.






Migliaia i risparmiatori, azionisti ed obbligazionisti della Bpvi, che si sono costituiti parte civile nel procedimento per ottenere il risarcimento dei loro risparmi perduti.

Entrambi i procedimenti hanno nutrito grandi speranze negli investitori della popolare vicentina, infatti sia nel procedimento a carico di Zonin, Giustini, Marin, Pellegrini, Piazzetta, Zigliotto e Bpvi in lca, sia nel procedimento a carico di Sorato, era stata ammessa la citazione della responsabile civile Banca Intesa. Si ricorderà che il 25.6.2017 Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca sono state messe in liquidazione, cedendo tutte le passività a Sga e tutti i rapporti attivi, i conti corrente e i rapporti di lavoro a Banca Intesa. Tuttavia, dopo avere ammesso la chiamata di Intesa, i giudici hanno deciso di estrometterla dal processo.

Il processo a carico di Zonin e degli altri si è concluso in primo grado con la condanna di Zonin a sei anni e sei mesi di reclusione, di Giustini e Piazzetta a sei anni e tre mesi e con l’assoluzione di Pellegrini e Zigliotto. Inoltre per le parti civili è stata disposta una provvisionale del 5% dell’importo nominale del valore delle obbligazioni e delle azioni acquistate.

Successivamente sia gli imputati condannati che la Procura di Vicenza hanno impugnato la sentenza ed è iniziata la fase di appello con non pochi “colpi di scena” per le dichiarazioni degli imputati. Il 23 settembre 2022, i difensori delle parti civili, tra cui anche gli Avv.ti Camilla (delegata Adusbef) e Vincenzo Cusumano dello studio Legals di Padova e Verona, hanno depositato le conclusioni.

Il 10.10.2022 la Corte d’Appello di Venezia ha emesso la sentenza che ha condannato Gianni Zonin, Piazzetta e Pellegrini a tre anni e 11 mesi di reclusione, Marin a tre anni e 4 mesi e 11 giorni di reclusione, Giustini a due anni sette mesi e 15 giorni ed ha assolto Zigliotto. La Corte d’Appello ha inoltre revocato la confisca e revocato le provvisionali in favore di Banca d’Italia e Consob. Restano invece le provvisionali del 5% in favore delle parti civili costituite.

Per quanto riguarda invece il procedimento a carico di Sorato, il 12 ottobre 2022 le parti civili potranno depositare le proprie conclusioni.

Entro la fine dell’anno pertanto ci si aspetta di avere due sentenze di condanna e che ci sia finalmente giustizia per i tanti risparmiatori dell’istituto berico.

Ecco qui sotto il dispositivo della sentenza.

Processo-dappello-BPVi-dispositivo-sintetico-della-sentenza
.pdf
Download PDF • 303KB